Contributi per chi aiuta i fragili: in arrivo 112mila euro di fondi 

Arrivano 112mila euro di contributi per i caregiver a Città Sant’Angelo, cioè per chi si prende cura di persone non autosufficienti. Si tratta di una somma che può raggiungere il massimo di 400 euro al mese, per dodici mesi, oltre a somme una tantum fino a 600 euro e assegni di cura dell’importo di 800 euro. I beneficiari di tali somme sono i caregiver familiari che assistono un congiunto non autosufficiente o comunque non in grado di provvedere a se stesso, riconosciuto invalido ai sensi della legge 104 del 92. Tra le varie forme di sostegno, troviamo assegni di cura per persone in disabilità grave o gravissima e finalizzati all’assistenza diretta o indiretta delle stesse, contributi erogati una tantum in favore di soggetti che non hanno avuto accesso alle strutture residenziali a causa delle disposizioni normative generate dall’esplosione della pandemia, ma anche programmi di accompagnamento finalizzati al ricongiungimento del caregiver con la persona assistita. Occorre precisare che in nessun caso è prevista la concessione dell’aiuto economico qualora la persona assistita risulti lungodegente o accolta stabilmente all’interno di strutture residenziali.

Le domande, da compilare a cura degli interessati, vanno inviate entro e non oltre il prossimo 8 aprile al protocollo generale del Comune di Spoltore, capofila dell’iniziativa, a pena di esclusione. Alla domanda occorre allegare una fotocopia del documento d’identità, del caregiver e del familiare assistito, eventuali titoli di soggiorno, la certificazione Isee in corso di validità e anche quella che attesti la condizione di disabilità. Ci sono poi ulteriori requisiti che vengono richiesti sia per quel che riguarda il contributo una tantum, sia per il ricongiungimento con il proprio assistito, tutte consultabili sull’avviso pubblicato sul sito del Comune di Città Sant’Angelo. Sempre collegandosi al portale dell’Ente è possibile scaricare tutta la modulistica, da compilare e inviare entro la data stabilita o tramite pec all’indirizzo protocollo@pec.comune.spoltore.pe.it oppure a mano, sempre all’ufficio Protocollo di Spoltore, aperto lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 13.30, mentre martedì e giovedì è possibile farlo al mattino dalle 8.30 alle 12.30 e nel pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30. In totale, oltre 112mila euro sono stati messi a disposizione dell’iniziativa per l’itera area territoriale, che verranno erogati ai richiedenti fino all’esaurimento dei fondi.

Fonte: Inps

Torna su